Elezioni studentesche: programma elettorale 2019 – In aggiornamento

Ecco il nostro programma per le elezioni studentesche del 19 e 20 marzo 2019. Questi sono i punti su cui vorremmo lavorare per migliorare l’Università di Torino:

Tasse e contributi 

  • Rispetto i limiti di legge in tema di tassazione. Ogni Università è obbligata a rispettare un vincolo statale e, secondo i nostri calcoli sui bilanci, UniTo non lo rispetta, chiedendo circa 25 milioni di euro in più alle studentesse e agli studenti
  • Possibilità per studenti e studentesse che non riescono a laurearsi nella sessione straordinaria di marzo/aprile, e che abbiano concluso i propri esami, di non pagare obbligatoriamente l’intero importo delle tasse per il solo completamento della tesi
  • Spostamento delle scadenze per la presentazione dell’ISEE più in avanti
  • Aumento della no tax area fino a 23 mila euro

Accesso all’Università

  • Miglioramento dell’orientamento in ingresso
  • Ripensamento dei sistemi di accesso da parte di UniTo, investendo maggiormente su corsi con criticità di aule e docenti
  • Rispetto della legge sulla questione dell’accesso programmato, spesso inserito in modo illegittimo, e garanzia di diritto allo studio, sancito dalla nostra costituzione.

Internazionalizzazione 

  • Finanziamento delle borse tesi all’estero in tutto l’Ateneo
  • Attivazione e/o implementazione di corsi di laurea bi-nazionali
  • Integrazione dell’importo delle borse Erasmus.

Didattica

  • Attivazione di più insegnamenti con Visiting Professor
  • Istituzione di un’unica sezione sulla tesi di laurea all’interno dei siti dei diversi poli, con informazioni più approfondite su avvio e svolgimento della tesi, e sulla prova finale , sia per triennali che per magistrali
  • Aumento degli abbonamenti della biblioteca alle riviste scientifiche relative ai vari campi di studio.

Aule studio, biblioteche e altri spazi 

  • Utilizzo di alcune aule, attualmente chiuse al di fuori degli orari di lezione, vengano utilizzate quando libere, in modo anche autogestito, per compensare il sovraffollamento delle aule studio e delle biblioteche, sia per studio individuale che di gruppo
  • Ingresso con oggetti personali a discrezione dello studente in tutte le biblioteche di UniTo, senza l’obbligatorietà di utilizzo dell’armadietto
  •  Estensione dell’orario di apertura nelle aule studio e nelle biblioteche fino alle 23.30/00.00, sopratutto nei periodi delle sessioni d’esame
  • Aumento delle aree break e delle aule per le associazioni studentesche.

Cultura e altre attività all’Università 

  • Aumento dei fondi per incrementare il numero delle tessere museo
  • Aumento dei fondi per le associazioni studentesche, per la promozione di attività culturali all’interno e all’esterno dell’Università
  • Costi dei corsi sportivi al CUS più accessibili agli studenti, con la possibilità di poter svolgere una lezione di prova gratuita iniziale per ogni corso. 

Mobilità 

  • Investimenti sulla mobilità studentesca da parte di UniTo, con l’integrazione di un fondo per gli abbonamenti GTT per gli studenti dell’Ateneo
  • Aumento delle tratte e della frequenza dei Night Buster
  • Incremento delle tratte sia per le stazioni sia tra i vari poli dell’università
  • Estensione della tariffa per studenti di GTT a tutti gli studenti di qualsiasi età, e non solo agli under 26. 

Ambiente

  • Aumento delle aree ecologiche all’interno dell’università dove presenti e creazione delle stesse dove ancora assenti, così da incentivare gli studenti alla raccolta differenziata
  • Aumento dei turet all’interno dei poli e eventualmente inserire i distributori di acqua, per evitare il consumo di plastica
  • Richiesta della distribuzione di borracce al momento dell’iscrizione all’università, e vendita di queste ad un prezzo agevolato.