Il Politecnico di Torino pretenda la rimozione del proprio nome da questa immagine!

Come Unione degli Universitari di Torino non possiamo tollerare che una locandina di una festa universitaria di uno dei più grandi atenei italiani abbia come oggetto principale la mercificazione del corpo della donna.
A così poca distanza dall’8 marzo e da tutti quei convegni organizzati per ribadire l’importanza del ruolo della donna all’interno della nostra società e del principio di eguaglianza uomo/donna, riteniamo che questa immagine sia a dir poco inappropriata anzi, vergognosa. Un’immagine in cui la figura femminile è concepita solamente come un oggetto di piacere e nulla di più, se non uno strumento per racimolare qualche entrata in più in un locale.
Proprio per queste ragioni ci auguriamo che il Politecnico di Torino prenda al più presto le distanze da questo genere di pubblicità volgare e denigratoria, ribadendo con forza l’importanza di una maggior sensibilizzazione riguardo le questioni di genere.